Presidenza Noto: l’intervista profetica e l’odio-amore degli Ultras

Rivelazioni del neo presidente durante la presentazione della società

25 febbraio 2017. Il Catanzaro perde lo scontro diretto di Taranto e sprofonda. La contestazione alla presidenza Cosentino è ormai quasi totale mentre la squadra, sfilacciata e inaffidabile, alterna prestazioni sufficienti ad altre inguardabili.  L’idea della retrocessione comincia a farsi largo anche tra i tifosi meno pessimisti. Con la politica distratta dalle imminenti elezioni e gli imprenditori sempre più lontani da una gestione societaria dispotica comincia l’ennesima settimana di buio.

Un’ intervista della nostra testata all’ingegnere Floriano Noto,  in quei giorni concentrato a presentare il nuovo marchio Coop in tutti i suoi centri calabresi di grande distribuzione, butta una pietra nello stagno e provoca un forte movimento d’opinione. Con una domanda in particolare che alla luce dei ultimi fatti si è rivelata addirittura profetica.

Il distacco apparente e il sostanziale diniego del manager produssero ovviamente commenti negativi, espressi in modo plateale con uno striscione sottile e  feroce che gli Ultras esposero nella seguente partita interna.

In soli cinque mesi è cambiato tutto. E durante la presentazione ufficiale della nuova società, ricordando la circostanza, l’ingegnere catanzarese ha dimostrato classe ed onestà intellettuale quando ha voluto spiegare a tutti –  visibilmente compiaciuto  – gli esiti di quella intervista ed il cambio di strategia maturato all’interno del gruppo economico più forte della città

L’INTERVISTA INTEGRALE A NOTO DEL 26 FEBBRAIO 2017

DA AUCHAN A COOP, ELEZIONI ED IL NOME LE FONTANE