“Fuori mano”: concerto, reading letterario, evento speciale (SERVIZIO TV)

di Carmen Mirarchi – Un concerto,  un reading letterario, un evento speciale. Questo è stato “Fuori mano”.
Nell’incantevole scenario del Blanca Cruz di Caminia di Stalettì è andato in scena Fuori Mano, lo spettacolo di Peppe Lanzetta, scritto in collaborazione con Jennà Romano (già front-man dei Letti Sfatti) e Daniele Sanzone (giornalista e leader degli ‘A67)  Serata unica nel suo genere.
Uno spettacolo che “parte del Sud Italia per fotografare le periferie metropolitane, gettando il pubblico a stomaco aperto nella cruda verità quotidiana”, in Fuori Mano si sono alternate le canzoni borderline degli ‘A67 e dei Letti Sfatti, due delle formazioni musicali più interessanti nella scena del rock napoletano, con i racconti teatrali di Peppe Lanzetta per un viaggio musical-esistenziale nelle miserie e nei sogni di chi si sforza di vivere una vita normale laddove, come ad esempio nelle periferie napoletane, la normalità si fatica persino ad individuarla.

L’evento è nato da un’idea di Peppe Lanzetta, multiforme protagonista di varie forme di spettacolo. Da autore di spettacoli teatrali, Lanzetta passa a collaborazioni con musicisti di grande impatto quali Edoardo Bennato, Tullio de Piscopo, James Senese, Enzo Avitabile e Franco Battiato fino ad una rilevante carriera di attore che lo ha portato anche ad impersonare uno dei nemici del mitico 007 in Spectre, ventiquattresimo episodio della saga dell’agente segreto creato dalla penna di Ian Fleming.
Lo spettacolo è stato un omaggio alla musica d’autore italiana con arrangiamenti di brani di Fabrizio De Andrè, Giorgio Gaber, Piero Ciampi e Pino Daniele, si è avvalso anche del contributo del giornalista Sandro Ruotolo, voce narrante dell’evento e della presenza dell’avvocato e chansonnier catanzarese Peppe Fonte che proporrà alcuni brani del suo ultimo album “Io non ci sono più”.

   

Fonte