Una legge speciale per il Capoluogo di Regione

Non per mere ed effimere questioni di campanilismo. L’esigenza di una legge speciale per la città capoluogo nasce bensì dalla volontà di ridare dignità a Catanzaro attraverso la riaffermazione di quel ruolo attribuitogli, non troppo pacificamente, già negli anni Settanta. Ricorrere allo strumento legislativo, come più volte suggerito da più parti, è apparsa la soluzione più adeguata per non ritrovarsi più in situazioni paradossali come quella che ha vista il Comune doversi costituire in giudizio per poter difendere le proprie prerogative riconosciute dalle leggi dello Stato. Nella fattispecie per non perdere la sede regionale del Provveditorato dell’Amministrazione Penitenziaria. La bozza legislativa, composta da sette articoli, verrà sottoposta alla Conferenza dei capigruppo prima di passare al vaglio del Consiglio. In questa sede ci si aspetta di ottenere l’approvazione all’unanimità, in quanto – come ha sottolineato il sindaco Sergio Abramo nell’incontro con i giornalisti a Palazzo De Nobili affiancato dal presidente del Consiglio comunale Ivan Cardamone – si tratta di condurre una battaglia per rafforzare le funzioni della città. “Non ci siamo mai opposti quando delle leggi speciali sono state fatte per altri centri calabresi come Reggio, ma è il momento per portare avanti un’azione mirata a tutelare e preservare la dignità del Capoluogo, spesso bistrattato, anche nei confronti del Governo centrale. I nostri problemi li abbiamo risolti sempre da soli, senza aiuti esterni, ma non vogliamo più – ha aggiunto – subire distorsioni”. Il prossimo passo da compiere sarà quello di portare al più presto questo progetto di legge alla discussione di Palazzo Campanella. Il disegno legislativo prevede a partire dal 2017 l’istituzione nel bilancio di previsione regionale di un apposito fondo annuale intestato a “Catanzaro Capoluogo” che sia da supporto alle attività di risposta della città nei confronti di tutto il territorio. Tra i punti fondamentali del documento anche “l’istituzione presso la Presidenza della Giunta regionale della Commissione Permanente per Catanzaro Capoluogo, che avrà il compito di predisporre i programmi e gli interventi in relazione agli obiettivi della legge”.

Rosita Mercatante

 

GUARDA ANCHE QUESTA STORICA TESTIMONIANZA FILMATA