Ciclista di Pentone muore dopo investimento nel Torinese

E’ deceduto dopo due giorni di agonia Giuseppe De Santis, il trentaseienne originario di Pentone investito martedì scorso  sulla Provinciale 501 di Borgaro Torinese. Il giovane che intorno alle 22.30 viaggiava in bici era stato travolto da un’auto in corsa, poi fermatasi per prestare i primi soccorsi, ma le sue condizioni erano apparse da subito disperate. Trasportato dai sanitari del 118 presso l’ospedale di San Giovanni Bosco di Torino e ricoverato presso il reparto di terapia intensiva, è spirato.

Straziante il dolore dei familiari residenti nel catanzarese che, appresa la notizia dalle forze dell’ordine intervenute sul posto, sono arrivati in Piemonte per il riconoscimento. De Santis al momento dell’incidente non portava documenti con se: la sua identificazione è stata possibile sono grazie al tatuaggio a forma di coltellino impresso sul collo e riportante la scritta “Alex”. Gli stessi congiunti hanno autorizzato l’espianto degli organi.