Lite notturna fuori da discoteca: minore accoltellato

Un diverbio molto acceso innesca una lite che si conclude con il sangue di un ferimento.

I protagonisti sono due giovani, M.M. di 20anni, incensurato e R.R. di 17anni. Entrambi di origini squillacesi. Il contesto è quello che si vive alla fine di una serata trascorsa in discoteca a ballare con gli amici per festeggiare la notte di Halloween.

Sono le tre di notte circa, sul lungomare “Odisseo” di Squillace Lido, fuori dal locale, i due ragazzi discutono animatamente, gli animi si accendono e scoppia la rissa.

È il ventenne a colpire all’altezza del torace il minore utilizzando un oggetto appuntito, che ancora oggi non è stato ritrovato lasciando senza risposta l’interrogativo degli inquirenti sul fatto che l’aggressore avesse portato con sé un’arma da taglio oppure utilizzato un qualunque arnese per poter ferire la vittima.

Allo stesso modo restano da accertare le cause alla base della lite che ancora oggi non sono chiari.

La pista seguita dai Carabinieri della stazione di Squillace coadiuvati dal comandante della Compagnia di Girifalco, capitano Alessio Amici, sembra essere quella del banale litigio tra ragazzi, in cui una volta perso il controllo, si tende a tutti i costi ad affermare la propria superiorità.

A soccorrere il giovane ferito sono stati alcuni passanti che lo hanno immediatamente accompagnato in ospedale. Dopo le visite mediche al pronto soccorso del “Pugliese-Ciaccio”, in cui è stata accertata una ferita lacero-contusa nella zona toracica, R.R. è stato sottoposto ad intervento chirurgico ed attualmente è ricoverato in prognosi riservata, ma non versa in pericolo di vita.

L’autore del ferimento, invece, è stato identificato e denunciato con l’accusa di lesioni personali gravi.

Rosita Mercatante