Anniversario Costa Concordia, l’intervista al naufrago catanzarese

Nel quinto anniversario del tragico incidente riproponiamo uno dei primi servizi di CatanzaroTv

Sono passati cinque anni. Erano le 21.45 di venerdì 13 gennaio (come oggi) del 2012 quando la nave da crociera Costa Concordia urtò gli scogli de Le Scole davanti all’isola del Giglio. Un impatto fortissimo che causò l’apertura di una falla di circa 70 metri sul lato sinistro dello scafo. La nave si arenò poi a Punta Gabbianara, su uno scalino di roccia che le evitò di precipitare a 100 metri sott’acqua.

A bordo della Concordia, salpata da Civitavecchia per Savona, c’erano 4.229 persone (3.216 passeggeri e 1.013 membri dell’equipaggio): in 32 persero la vita, 157 i feriti.

Cinque giorni dopo, CatanzaroTv (ancora in fase embrionale, ma operativa) intervistò uno dei superstiti, Adriano Procopio, economo della Compagnia, recandosi nella sua casa di Santa Caterina sullo Jonio.  La sua ricostruzione a caldo, col cuore ancora palpitante per l’esperienza vissuta davanti agli occhi della mamma ancora lacrimante di gioia per il pericolo scampato