Coltivavano cannabis in una serra, tre arresti

occultate all’interno delle serre di un’azienda agricola di Curinga

Circa 6 mila piante di canapa indica, sapientemente occultate all’interno delle serre di un’azienda agricola di Curinga sono state scoperte e poste sotto sequestro dai carabinieri della stazione locale. Questi, dopo le indagini portate avanti unitamente al Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Girifalco, sono riusciti ad individuare e a fermare i responsabili. Si tratta di D.M. classe ’70, M.S. (titolare dell’azienda agricola)  classe ’72 e S.C. classe ’87, sorpresi a coltivare la grossa piantagione in località Moddone, impegnati nella cura e nella manutenzione del sistema di irrigazione delle piante di marijuana, che si presentavano tutte rigogliose e di diverse dimensioni. I tre sono finiti in manette per il reato di coltivazione di cannabis indica e tradotti ed associati alla casa circondariale di Catanzaro.

La piantagione è stata sequestrata e distrutta come disposto dall’Autorità giudiziaria. Il profitto di una simile attività illecita avrebbe portato un guadagno stimato intorno ai trecentomila euro.