Cinque arresti della Squadra Mobile per duplice omicidio Izzo-Molinaro a Lamezia

La squadra mobile di Catanzaro ed il commissariato PS della Piana hanno fatto luce sul duplice omicidio del 6 dicembre 2000 avvenuto in un bar centrale di Lamezia Terme.

In seguito a lunghe indagini che hanno messo a confronto le dichiarazioni dei collaboratori di giustizia la polizia del capoluogo ha notificato cinque ordini di custodia cautelare  ai danni di Pasquale Gullo, 45 anni, il solo ancora a piede libero. Agli altri quattro la misura restrittiva è stata notificata presso le Case circondariali dove i soggetti si trovano già reclusi. Si tratta di Aldo e Giovanni Notarianni, di 51 e 45 anni, Antonio Villella di 40 e Vincenzo Torcasio di 36.

Secondo gli inquirenti il killer Aldo Notarianni e gli altri arrestati – tutti all’epoca elementi di spicco della cosca unitaria Cerra-Torcasio-Giampà negli anni scissasi –  avrebbero ucciso Pasquale Izzo della cosca Iannazzo e Giovanni Molinaro suo avventore occasionale, quale vendetta per l’omicidio di Giovanni Torcasio avvenuto nel quadro della cruenta guerra tra clan lametini.