Chi ha ucciso Alberto Luca Valentino? Indagini per comprendere la verità

Chi ha ucciso Alberto Luca Valentino? Si tinge di mistero e non è facile da ricostruire il caso dell’assassinio del bracciante agricolo di 38 anni, incensurato, nato a Rho ma residente a Caccuri, ucciso nelle campagne di Petilia Policastro con un colpo da fuoco che lo ha raggiunto allo zigomo destro. Il cadavere di Valentino è stato trovato nella nottata in località Cavone Grande. Sul luogo dell’omicidio sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro e del Reparto operativo del Comando provinciale di Crotone che hanno avviato le indagini.

L’uomo aveva terminato una relazione dalla quale aveva due figli e ne aveva iniziata un’altra con una donna di 36 anni, S. F..

     

Proprio lei, dal social, esprime il dolore per la brutale scomparsa dell’uomo che amava. Un omicidio che non ha apparentemente nulla a che fare con la criminalità organizzata, anche se non si esclude alcuna ipotesi.

Da chiarire, invece, se la ferita mortale sia stata provocata veramente con un colpo di pistola, di piccole dimensioni, o se sia stato ucciso con un corpo contundente.

Di certo, Valentino era consapevole di chi avrebbe dovuto incontrare, in quanto la zona nella quale è avvenuto l’omicidio è un luogo quasi per nulla frequentato. Il 38enne sarebbe sceso dalla macchina e ha pochi metri da essa, una Fiat Punto, è stato ritrovato cadavere da un passante che ha allertato i soccorsi.

Dunque, ancora non è chiaro su chi possano essersi indirizzate le attenzioni delle forze dell’ordine, che stanno indagando sulla vita privata dell’uomo. Educato e rispettoso verso tutti, così lo descrive l’attuale compagna dalla sua pagina social. Le indagini intanto proseguono, per un omicidio attualmente tutto da comprendere.

Redazione Calabria 7

 

Fonte