Ancora violenza contro i genitori, 29enne in manette

Ha avuto anche un secondo atto la spiacevole vicenda che circa una settimana fa aveva portato all’arresto del 29enne catanzarese D.V. per maltrattamenti continuati nei confronti dei familiari. Violando la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare, inflittagli dal Tribunale di Catanzaro, il pregiudicato ha continuato a vessare e minacciare i genitori danneggiando anche l’autovettura di proprietà del padre. E’ stato proprio quest’ultimo, intorno alle 19 di ieri, a richiedere aiuto al 112. Durante la telefonata l’uomo disperato aveva riferito che il proprio figlio, a cui aveva negato di consegnargli 10 euro, aveva perso le staffe dando inizio ad insulti e minacce nei suoi confronti, per poi distruggere letteralmente la sua autovettura, parcheggiata in via Nazionale. I militari della Compagnia Carabinieri di Catanzaro, giunti sul posto, hanno constato il danno compiuto dal giovane: l’automobile infatti presentava il paraurti anteriore completamente divelto come pure entrambi gli specchietti laterali. Il responsabile dopo essere stato condotto presso gli uffici del Comando è stato dichiarato in stato di arresto per i reati di stalking e danneggiamento. Tante le dichiarazioni raccolte dai militari in cui entrambi i genitori di D.V. hanno riferito di continue vessazioni, percosse e minacce subite nel tempo ad opera del proprio figlio che spesso per paura di ritorsioni non hanno denunciato. Negli ultimi tempi, tuttavia la situazione si era fatta insostenibile a causa delle pretese avanzate dal giovane, sempre più violente al punto da non permettere più alle vittime di sopportare quanto subìto.

Il 29enne, che ha trascorso la notte presso le camere di sicurezza del comando, è stato condotto in Tribunale per l’udienza di convalida ove gli è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari presso una struttura di assistenza residenziale nel cosentino.

Ros. Merc.

Leggi la notizia:  Lido, insulta e picchia la madre: 29enne in manette